Materassi memory: ecco perché è bello dormirci

materassi memory

Incredibile ma vero esiste un tipo di materasso su cui dormire è davvero rilassante e comodo e che permette di non girarsi e rigirarsi per trovare la giusta posizione che consenta finalmente di schiacciare il dovuto sonnellino: si tratta dei materassi memory, che hanno segnato una sorta di rivoluzione nel settore e di cui ormai nessuno può fare a meno. Vediamone tutti i vantaggi. Chi non ha mai sognato di riuscire a dormire un sonno profondo e tranquillo su un materasso nuovo: purtroppo è solo il desiderio di tutti che non sempre si realizza dato che in genere, i materassi devono prendere la forma del corpo di chi vi dorme su e ovviamente solo dopo molte volte si riuscirà finalmente a dormire bene sul proprio materasso che ha acquistato la forma del proprio corpo. E se esistesse un tipo di materasso su cui già dalla prima dormita, si riesce a schiacciare un sonnellino bello profondo?

Oggi esistono sul mercato i materassi memory che riescono proprio a regalare un bel sonno profondo fin dalla prima volta in cui ci si dorme e tutto perché sono fatti di un materiale speciale che subito acquista la forma del corpo. Inizialmente il materiale viscoelastico presente oggi nei materassi memory era stato sperimentato e usato dalla Nasa per proteggere i suoi astronauti dalle vibrazioni e dalle accelerazioni legate al lancio dell’astronave che erano abbastanza forti e potevano traumatizzarne il corpo. Invece, rivestendo la navicella di tale materiale viscoelastico sono riusciti ad attutirne le conseguenze. In seguito a cambiare la destinazione d’uso di tale materiale è stata un’azienda che ha pensato bene di inserirlo nei propri prodotti da letto per poter spedire i propri utenti nel mondo dei sogni.

La vera rivoluzione di questo materiale è che, come dice il nome stesso, riesce a memorizzare la forma del corpo di chi si stende sul materasso: il viscoelastico sfrutta, infatti, il calore del corpo per imprimere sul materasso memory la silhouette della persona in questione e restare modellato su quella forma. In realtà il viscoelastico si avvale di migliaia di microcelle che garantiscono una distribuzione uniforme della pressione del corpo e assicurano così all’utente un sonno profondo e il massimo comfort.

La forma che fa bene al sonno

In genere, nel momento in cui ci si corica il peso del proprio corpo viene distribuito su alcuni punti della superficie del materasso, ovvero nelle aree di pressione al livello di spalle, bacino e delle anche, in questi punti la pressione provoca una diminuzione del flusso sanguigno che determina a sua volta formicolii che costringono a cambiare spesso posizione durante il sonno, mentre i materassi memory favoriscono la circolazione del sangue e permettono la dissipazione delle tensioni corporee in modo che l’utente percepisca solo una sensazione di benessere tanto da non doversi girare e rigirare in continuazione alla ricerca della posizione più consona. In questo modo, il riposo diventa davvero rilassante. Il materiale viscoelastico memorizza la forma del corpo e si adatta a quest’ultima in modo immediato e l’utente può così dire addio a insonnia e stress notturni.